Il blog

donna impresa

Donna e impresa: un binomio vincente

Donna e impresa: un binomio vincente o impossibile? Stando all’ultima indagine Istat, anche se si registra un lieve miglioramento, in Italia siamo ancora lontani dal superamento degli stereotipi di genere, secondo cui le donne sarebbero meno adatte degli uomini a fare impresa. Alcune convinzioni restano, infatti, ancora radicate. Per il 20,4 per cento del campione “per l’uomo, più che per la donna, è molto importante avere successo nel lavoro”, per il 17,2 per cento “è soprattutto l’uomo che deve provvedere alle necessità economiche della famiglia” e per il 21,4 per cento “gli uomini sono meno adatti delle donne a occuparsi delle faccende domestiche” .
Dati confermati anche dal Comitato Impresa Donna del Ministero delle Imprese (Fonte Sole 24 Ore) secondo cui “in Italia una donna su 3 non lavora, il 37% delle donne non ha un conto corrente e il 60% del lavoro di cura è a carico delle donne”.
Cosa possiamo fare per andare oltre gli stereotipi di genere e rivendicare che il binomio donne e impresa non solo è possibile ma è anche fondamentale?

Stereotipi di genere sulle donne imprenditrici

Gli stereotipi su donne e impresa affondano le loro radici nella cultura patriarcale, che vede l’uomo come responsabile del mantenimento economico della famiglia e la donna come dedita alla cura della casa, dei figli e dei genitori anziani. Questi stereotipi femminili hanno fatto sì che per anni le donne abbiano rinunciato a fare impresa per seguire la famiglia. Le poche che sceglievano di fare impresa hanno percorso una strada in salita, scontrandosi con ulteriori stereotipi: “le donne sono meno brave degli uomini a gestire il denaro”. Questo stereotipo ha comportato che, per anni, l’accesso al credito venisse concesso alle imprenditrici solo se avevano un uomo come garante. “Un uomo è più efficace di una donna come leader”, questo ulteriore stereotipo ha comportato che il ruolo di leader delle donne imprenditrici venisse spesso messo in discussione dal personale, abituato a un comando maschile. Molti passi avanti sono stati fatti, negli ultimi anni, ma nei settori tecnologici il divario di genere è ancora schiacciante: tra le startup e PMI innovative nel settore ICT le imprese guidate da donne rappresentano solo l’11,9% (fonte Sole 24 Ore).

donne e impresa
Immagine free presa da Unsplash

Imprenditorialità femminile: come superare gli stereotipi di genere

Come incoraggiare le aspiranti imprenditrici a superare gli stereotipi? Ecco alcuni suggerimenti pratici:

Suggerimento 1: seguire la vocazione: la spinta verso l’imprenditoria è una chiamata interiore che spinge a realizzare un progetto per portare una parte di sé stesse nel mondo. Quando si sente questa chiamata, è importante ascoltarla e iniziare a muovere i primi passi per concretizzare il proprio progetto.
Suggerimento 2: credere nella visione: quando una donna, soprattutto se ha famiglia, lascia il lavoro dipendente per mettersi in proprio, riceve spesso critiche da parenti e conoscenti che non riescono a comprendere la sua scelta. Di fronte a questi giudizi è importante continuare a credere in sé e nel proprio sogno imprenditoriale.
Suggerimento 3: prepararsi al lancio: una volta scelto il cammino imprenditoriale, è importante acquisire delle competenze manageriali e imprenditoriali, per poter avviare e gestire l’attività in modo efficace.
Suggerimento 4: trovare dei pari: le imprenditrici si sentono spesso sole, per questo motivo può essere molto utile iscriversi ad associazioni di categoria in cui poter incontrare altre professioniste con cui creare legami e sostenersi reciprocamente.
Suggerimento 5: accogliere l’incertezza: la vita imprenditoriale è fatta di alti e bassi, di successi e di errori, di paure e di entusiasmi. È molto importante accettare questi aspetti come parte naturale del viaggio, riuscendo a navigare l’imprevisto.

Stereotipi di genere e gender gap

Il gender gap in Italia, nel contesto imprenditoriale, è ancora molto sentito: una delle ragioni di questo divario di genere è proprio la presenza di stereotipi che continuano ad alimentare le credenze secondo cui le donne avrebbero una minore attitudine al fare impresa rispetto agli uomini. Gli stereotipi femminili portano a trascurare i comprovati effetti benefici che le imprese delle donne potrebbero apportare all’economia e alla società. Un numero maggiore di imprese femminili avrebbe un impatto favorevole non solo sul PIL ma anche sulla società e sulle famiglie. Un numero più ampio di donne ai vertici, arricchirebbe il mondo imprenditoriale di nuovi approcci al business e di un nuovo stile di leadership. Inoltre, costituirebbe un esempio per le future generazioni di donne, che vedrebbero nuovi modelli professionali a cui ispirarsi.

Imprenditrici di successo: role model per credere nei sogni

La possibilità di ispirarsi alle storie vere di altre imprenditrici di successo è una delle chiavi di volta per superare gli stereotipi di genere: vedere che altre donne ce l’hanno fatta a realizzare i propri sogni imprenditoriali diventa un esempio in grado di motivare e ispirare altre donne a fare lo stesso. Le prime imprenditrici sono state pioniere che non avevano modelli da seguire. Oggi il numero in crescita di imprese fondate e gestite da donne sta aprendo nuove possibilità di realizzazione per le generazioni future.

donne e impresa work life balance
Immagine free presa da Unsplash

Donne e impresa: la strada per unire successo e benessere

I tanti anni trascorsi al fianco delle donne imprenditrici per aiutarle a valorizzare i loro talenti, ci hanno consentito di assistere a molti sogni trasformati in progetti e di scoprire quanto sia utile avere al proprio fianco altre imprenditrici che ce l’hanno fatta. Da imprenditrice a imprenditrice avviene uno scambio cuore a cuore: si condividono esperienze e scoperte, difficoltà e successi, cadute e risalite. Si comprende quanto siamo diverse eppure uguali, si cresce insieme e si co-creano nuovi modelli di business a misura di donna, in grado di favorire il work-life balance e di portare un impatto positivo nel mondo e nella società, unendo guadagno economico e benessere interiore.  Per vivere il percorso imprenditoriale al meglio, è fondamentale crescere insieme alle proprie imprese, continuando a formarsi con il supporto di chi ci è passata e può trasferire la propria esperienza. Partecipa al prossimo evento gratuito di Pink Factory Academy, l’accademia d’impresa che valorizza il potenziale femminile, per realizzare i tuoi intenti dell’anno e arrivare pronta a nuovi traguardi ancora più sfidanti.

Scopri l’evento speciale “Winter Energy”

Ti è piaciuto questo articolo, se ti va condividilo

Potrebbe interessarti...

Leggi gli articoli del blog di Pink Factory Academy per avere informazioni sul mondo dell’imprenditorialità femminile, trovare idee e suggerimenti per avviare e far crescere la tua attività e trovare spunti di riflessione sulle tematiche più attuali.
CATEGORIE
ULTIMI ARTICOLI

Iscriviti alla nostra newsletter

e ricevi subito in regalo l’ebook “Scopri la tua unicità, dai forza al tuo brand!”
SEGUICI